MI SEMBRA UN BUON INIZIO…

In Cambiamento
Scorri
Buon 2009 amici miei. Buon Anno Nuovo cari compagni di viaggio. Che sia un anno pieno di finali,  che i finali sono sempre anche inizi.
Che ci porti la sensazione di avere un debito con le generazioni che verranno e che non si può solo sgranocchiare ma serve anche seminare.
Che abbia la grazia di inculcarci nell’anima che le Istituzioni sociali, politiche, economiche contano e che non servono solo a foraggiare un parco buoi pigro e raggomitolato su sè stesso.
Che sia così intelligente da insegnarci che non c’è soluzione alternativa al cambiare modo di pensare.
Che quello che ci ha portato qui non ci porterà nel mondo che desideriamo per i nostri figli.
Energia, Cibo, Rifiuti.
Ecco dove si giocherà la partita.
Sappiamo che il petrolio non rimarrà a questi livelli.
Sappiamo che questi combustibili stanno cambiando la faccia del pianeta. In peggio.
Sappiamo che il cibo non è scarso.
E’ distribuito male.
Sappiamo che è male produrre troppi rifiuti e soprattutto non riciclarli.
Chiedo al 2009 di ricordarmi queste cose che so, ogni giorno.
Gli chiedo di ricordarmi che servono luoghi aggregazione per la gente e non solo centri commerciali.
Di suonare ogni volta che non provo a slegare i rapporti umani dalle logiche solo commerciali.
Serve usare il mercato, è lui al nostro servizio non viceversa.
Senza negarlo, ma senza erigerlo a unico altare.
Il mondo ora promette poco di materiale e chiedo al 2009 di farmelo dimenticare e pizzicarmi per farmi notare che la felicità è anche altro.
Li serve concentrazione.
Altro che…
Spero che mi porti capacita educativa, la capacità di offrire qualche valore a chi mi sta accanto oltre che a me stesso.
Quante cose sto chiedendo a questo anno.
Forse troppe, forse no.
Ma so che mi ha già risposto.
Tra le gocce di nevischio e i nuovoloni gonfi.
Mi ha detto che me lo ricorderà ogni volta che metterò una giacca per uscire, che studierò un libro, che indosserò le scarpe da corsa, che leggerò una fiaba al mio bimbo, che aprirò il portafogli o la mia agenda per qualcuno che si è fermato, che anzichè piangere per una giusta disperazione, alzerò il mento e terrò duro ancora un minuto in più.
Più dell’ultimo minuto della notte.
Sei io ci sarò me lo ricorderà.
Mi semba un patto equo.
Mi sembra un buon inizio.
Buon 2009.

3 Comments

Comments are closed.

Aspirare al meglio, prepararsi sempre per il peggio. E avere sempre un piano B. 

X

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi