Ho incontrato un vecchio amico

incontro

Ho visto un mio vecchio compagno di scuola che non vedevo da tempo.
Segnato dalle staffilate del suo cammino.
La barba ispida come fosse una decorazione di carta vetrata e gli occhi un po’ spersi che fingono di avere tutto sotto controllo, quando invece non controllano più nulla.
Ma con una certa fierezza nel portamento, una dignità che viene dal pensiero che tutto sommato stai camminando e nonostante tutto sei lì a fare qualcosa di sensato.
Era a lato di una strada e sistemava delle buche che si riaprono sempre.
Riempiva le pozzanghere, che si colmeranno ancora.
Potava rami invadenti e indisciplinati che appena ti giri ricrescono.
Pensavo a quanti giorni trascorsi diversamente ci separavano.
A quante storie ed esperienze ci hanno segnato diversamente e a come probabilmente lui abbia osservato sulla mia faccia le stesse staffilate che ho notato io in lui.
Siamo sempre così pronti a vedere ciò che è diverso da noi.
Siamo sempre così pronti a registrare ciò che è migliore e ciò che è peggiore negli altri.
I dettagli che ci muovono l’invidia e quelli che ci consolano.
In un eterno su e giù mentale, per tenere in bilancia la nostra instabilità e una certa incapacità di bastare a noi stessi.
A guardarlo bene però mi ci rivedo un po’.
In lui e nella sua barba confusa.
A tagliare i rami che intralciano la mia strada e farmi graffiare dalle loro spine ma lasciando fogli, schegge e tronchi fini e grossi spezzati, dietro di me.
Con la sua tuta arancione e verde faceva quello che alla fine tentiamo di fare un po’ tutti.
Riempiamo buchi di senso. Vuotiamo pozzanghere di malinconia.
Guardiamo avanti, cercando di scordare che tutto ritornerà come prima che noi fossimo lì, e con un’inguaribile speranza di costruzione, che rende, per fortuna, speciali e diversamente incredibili, in tutti i sensi, le nostre esistenze.

Newsletter


"L'unico posto dove stare è qui. L'unico momento è ora. L'unico posto dove andare è il futuro. E lì ci si va solo se tieni acceso il significato di ciò che fai".
Sebastiano

È un piacere per me darti il benvenuto sul mio sito. Se desideri iscriverti alla newsletter sarà un piacere tenerti informato sulle mie attività. Non preoccuparti, sto sempre molto attento a non disturbare chi mi fa regalo della sua attenzione. Grazie

Indirizzo Email
Nome
Cognome
Provincia
Secure and Spam free...
Inoltre se ti va questa è la mia pagina Facebook pubblica, dove troverai spesso link ed aggiornamenti sui temi legati alla motivazione individuale e dei gruppi.